Home » I consigli di Flynn » Differenze tra i diversi tipi di collari e pettorine per cani

Differenze tra i diversi tipi di collari e pettorine per cani

Arf, arf, amici!

gemona 2015 dog walking fvg 1

 

Eccomi a voi, trafelato dopo una bella passeggiata con la mia umana all’altro capo del guinzaglio. Oggi vorrei spendere due paroline sulle differenze tra collari e collari e tra collari e pettorine.

La mia amica bipede dice sempre che noi 4zampe siamo tutti diversi uno dall’altro e che spesso quello che va bene a uno non va bene all’altro; per cui prima di scegliere lo strumento più giusto bisogna conoscere quel particolare cane, il suo umano, la situazione ecc.

Cominciamo innanzittutto a scrivere una lista di possibilità: collare normale, collare a semi-strozzo, collare a strozzo, collare da retriever, collare gentile, collare Illusion, pettorina.

Il collare normale è certamente la cosa migliore.

Mi ricordo il mio primo collarino da cucciolo. Quando mi è stato messo mi sono un po’ grattato ma dopo pochissimo ho capito che se al collarino veniva attaccato il guinzaglietto era ora di passeggiata.

Adesso sfoggio un collare di pelle d’alce di una marca famosa (Hunter). E’ morbidissimo e non mi dà nessun fastidio. Lo tengo sempre addosso, giorno e notte. Una volta Golia, un vecchissimo canetto meticcio che vive qui, mi ha raccontato che suo bisnonno teneva sempre su il collare perché ad esso stava attaccata la medaglietta di riconoscimento che serviva a ritrovare il suo padrone se si fosse perduto. Il collare è molto utile anche perché mi ricorda sempre (non che io me lo dimentichi mai) che io e la mia umana siamo una squadra.

Il collare a semi-strozzo non si chiude fino in fondo come lo strozzo ma come quest’ultimo strumento serve a rallentare i cani “tiratori scelti”. Ricordatevi che noi cani siamo predatori, il nostro collo è fornito di poderosi muscoli per sollevare e trasportare le prede e se un collare a strozzo viene usato correttamente non ci da’ nessun fastidio. Prima di far male a un cane al collo ce ne vuole… Inoltre, ricordatevi che non è lo strumento il problema, il problema è chi lo usa e come lo usa!!! Il vantaggio dello strozzo è che il segnale ci arriva subito senza possibilità di confusione.

Il collare gentile o Cavezza o Halter viene perfino consigliato, oltre che da medici veterinari comportamentisti di fama mondiale tipo Dodman e Pageat, dalla famosa signora Tellington che ha brevettato il metodo gentile detto T-touch. Se non mi credete sfogliate il suo libro “Il T-touch per il cane” edito da Haqihana. Certo, lei come la mia umana, vengono da anni e anni di vita con i cavalli. Quando stai seduto su un animale da 500 chili non è che fai proposte, devi dare ordini chiari e precisi. Non è che dici ”Carissimo Fulmine, vorresti oggi andare a destra o a sinistra? Come preferisci tu, anche nel fosso se lo desideri…”

Il collare gentile agisce sulla nuca del cane e cioè sul punto di dominanza dove le nostre mamme ci sollevano quando siamo cucciolini e non ci fanno alcun male, solo ribadiscono il concetto che sono loro a decidere. Inoltre, con la cavezza l’umano può far girare la testa del cane all’occorrenza e farsi guardare, distogliendo la sua attenzione da un gatto o un podista.

L’Illusion è un super collare brevettato da Cesar Millan composto da due collari fissi più uno strozzo di nylon. E’ studiato per cani potenti come pit bull e Rottweiler che spesso hanno il collo così largo che tutti i collari normali oltre a non restare in posizione, spesso si sfilano.

Infine, nota dolente, la pettorina!

La mia umana usa la pettorina solo in casi estremi per cani particolari che vanno tenuti da due guinzagli.

Allora, la pettorina che viene utilizzata per i cani da slitta ha le bande larghe che si incrociano in più punti e l’aggancio è praticamente appena un pochino davanti alla coda in modo che il cane sia il più possibile libero di…TIRARE! Appunto, ti-ra-re! Le pettorine sono state create affinchè i cani possano tirare.

Quelle orribili pettorine a T o quelle ancora peggiori plastificate ci fanno tantissimo male perché sfregano sulle ascelle dove abbiamo i linfonodi! Inoltre non sono sicure: noi siamo abilissimi, rinculando, a sfilarcele in un batter d’occhio! Quando indossa una pettorina il cane è costretto a camminare come un bullo con una cresta sulla schiena e invia segnali aggressivi ai cani che incontra proprio con la posizione che la pettorina gli fa assumere!

Benissimo, spero di avervi chiarito le idee! E poi, a me, la pettorina dà fastidio!

Wuff, una leccatina a tutti, cani e amici dei cani, dal vostro diavolo rosso Flynn.

 

 

Comments are closed.